Per i ragazzi dagli 8 anni in su che non si accontentano della tivù !

A Torino alla scoperta di Steve Jobs e dei Dinosauri

jobs3A Torino ci sono due appuntamenti che valgono una gita fuori porta: la mostra dedicata a Steve Jobs al museo regionale delle Scienze naturali di Torino (via Giolitti 36, Torino) e quella sui Dinosauri alla Società promotrice di Belle arti (via Diego Balsamo Crivelli 1)

Torino – Steve Jobs 1955 – 2011 è la prima mostra dedicata all’imprenditore californiano inventore e co-fondatore della Apple scomparso il 5 ottobre scorso. Si parte dal garage di casa Jobs che qui è stato fedelmente ricostruito in scala 1:1. Quel garage a Palo Alto in California dove Steve ragazzo cominciò a lavorare alla realizzazione del primo Apple. Da lì si ripercorre la sua storia professionale e umana. In mostra c’è anche il primo rarissimo Apple-1 il primo computer realizzato da Steve Jobs e dall’amico Steve Wozniak nel 1976.

Viaggio interattivo – Il visitatore potrà “viaggiare” a bordo del primo furgoncino Volkswagen di Steve Jobs attraverso la Silicon Valley, ascoltando una selezione della musica della West Coast degli Anni ’70, quando Jobs vendette il furgoncino per fondare la Apple; mentre all’entrata del garage potrà “navigare” in modo virtuale nei luoghi-chiave della vita dell’inventore californiano, tra San Francisco e Cupertino.

Entrando nel garage, potrà consultare filmati di approfondimento sul bancone da lavoro (divenuto interattivo per l’occasione) di Steve Jobs e del suo socio Steve Wozniak. Oppure scegliere quale musica ascoltare tra quella che i due Steve mettevano sul giradischi mentre assemblavano i primi Apple-1.

Grazie a una serie di micro-proiettori, nella galleria si assisterà a filmati di approfondimento interattivi all’interno delle vetrine e sui teli a parete. Un filmato, proiettato a metà corridoio mostrerà la lettera di dimissioni che, nel 1985, Steve Jobs scrisse con il suo Macintosh alla Apple: il visitatore sarà avvolto “fisicamente” dall’immagine videoproiettata su uno schermo olografico e avrà la sensazione di rivivere quel momento tanto delicato quanto determinante nella vita di Jobs.

Info – La mostra è aperta al pubblico fino a domenica 26 febbraio 2012 (lunedì-domenica 10-19; chiusa il martedì). Visite guidate per gruppi e scolaresche e laboratori didattici su prenotazione (011.4326307/6334/6337 – didattica.mrsn@regione.piemonte.it).

Dinosauri è un viaggio all’indietro nel tempo! T-Rex, Europasauro, Oviraptor, Dracorex, sono alcuni dei 17 esemplari in scala 1:1 protagonisti di un entusiasmante viaggio nella storia. Tutti completamente realizzati in resina dipinta, i dinosauri a grandezza naturale si presentano in tutta la loro imponenza.

Il percorso si apre con l’esemplare più temuto di sempre, il Tyrannosauro, che catapulta subito il visitatore sulla terra com’era milioni e milioni di anni fa. La “spirale del tempo” aiuterà a capire l’evoluzione del mondo grazie ad una rappresentazione del tempo geologico che illustra le età della Terra e la storia evolutiva attraverso i tre periodi che scandirono la vita dei grandi colossi, dal Triassico, 220 milioni di anni fa, passando per il Giurassico fino ad arrivare al Cretaceo iniziato 127 milioni di anni fa.

Pangea – In mostra viene rappresentata anche la Pangea con i movimenti che hanno portato, nel corso di milioni di anni, alla formazione dei Continenti che oggi noi conosciamo.

Area scavo – La visita, infatti, prevede l’allestimento di un’ ”Area Scavo” dove i bambini potranno trasformarsi in piccoli paleontologi alla scoperta di fossili mai visti.
Orari: Lunedì 14.30 – 19.30 / Martedì – Domenica 9.00-19-30

0 commenti… add one

Scrivi cosa ne pensi

*