12 aprile…

1633 Galileo Galilei viene accusato di eresia. Lo scienziato aveva ripreso e provato scientificamente la teoria di Copernico che ribaltava la concezione dell’Universo: non è la Terra al centro dell’universo (come diceva la teoria tolemaica) ma il Sole.  E’ la Terra che gira, quindi. Per questo fu condannato al carcere a vita, pena che dovette scontare nella propria villa di Arcetri. Inoltre fu condannato a recitare preghiere quotidiane per tre anni e dovette pronunciare un atto di abiura, cioè doveva rinnegare la sua idea. Ma leggenda vuole che alla fine del processo Galileo abbia mormorato la celebre frase: “E pur si muove!”.

9 aprile…

9 aprile 1492 muore a Firenze Lorenzo de’ Medici, uomo politico ma allo stesso letterato e mecenate. Lorenzo della famiglia dei Medici era innamorato dell’arte e della cultura. Per questo appena ventenne assunse il potere sulla signoria di Firenze e chiamò attorno a sé i più grandi artisti del tempo, tanto da meritarsi appunto il soprannome di “Magnifico”. Tra tante cose fatte sistemò la sua collezione di statue antiche pressoil Giardino di San Marco di sua proprietà e vi fondò un’esclusiva scuola per giovani artisti, riconosciuta come la prima Accademia d’arte d’Europa, dove studiò fra gli altri un giovanissimo Michelangelo.