“per ragazzi dagli 8 anni in su che non si accontentano della tv!”

E dopo Pinocchio cosa fa?

L’emozione della lettura di un libro, accompagnata dall’ispirazione di una diversa storia possibile e dalla creatività necessaria per scrivere un finale alternativo: come si concluderebbe il Dottor Zivago se questi riuscisse a ricongiungersi con l’amata Lara? E come proseguirebbe Rosso Malpelo se il giovane minatore tornasse dall’esplorazione della galleria? Quali nuove avventure potrebbero vedere come protagonista Oliver Twist o Pinocchio?

Saranno gli alunni delle scuole medie milanesi a deciderlo. Dopo il successo delle prime due edizioni, torna anche quest’anno ‘Maggio LaB’, il concorso letterario per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado della città, promosso da Coop Lombardia con il patrocinio del Comune di Milano per stimolare l’interesse alla lettura, l’attitudine alla scrittura e le doti di creatività dei ragazzi.

Gli studenti partecipanti potranno scegliere e riassumere, tra i libri di narrativa letti nel corso degli ultimi dodici mesi, il loro testo preferito, motivandone la scelta e reinventando e riscrivendo la parte conclusiva del racconto.

Come iscriversi I docenti delle singole classi interessate dovranno presentare domanda di adesione al concorso entro il 27 gennaio (http://www.partecipacoop.org/maggiolab-2018/.) Saranno ammessi a partecipare un numero massimo di tre elaborati per ogni classe che dovranno essere inviati a Coop Lombardia entro il 23 marzo 2018. Un’apposita commissione, composta da docenti esperti in materie letterarie, sceglierà i tre testi migliori per originalità, creatività, correttezza e forma. Durante la cerimonia di premiazione, che si svolgerà a maggio a Palazzo Marino, gli elaborati saranno letti pubblicamente da attori professionisti e gli studenti vincitori saranno premiati insieme alle proprie classi con buoni del valore di 100 euro per l’acquisto di libri e cancelleria presso i supermercati Coop Lombardia.

“È un’iniziativa che trovo bellissima – dichiara la vicesindaco e assessore all’Educazione Anna Scavuzzo – perché avvicina i ragazzi alla letteratura e la propone come una creatura viva, in grado di cambiare insieme ai lettori, di interagire con le loro vite e finanche di cambiarle in meglio come un buon libro può fare, soprattutto negli anni formativi della scuola media. Sono sicura che anche in questa edizione saranno migliaia i ragazzi che vorranno partecipare a Maggio LaB”.

Lascia un commento

*