Per i ragazzi dagli 8 anni in su che non si accontentano della tivù !

“Libreriamo” la lettura a scuola

fogliettone
di Simonetta Cotellessa
MILANO – Chissà se è vero che il libro è “l’unico oggetto inanimato che possa avere sogni”. Chissà se questi tre giorni speciali, organizzati per la fine di ottobre, quando valanghe di libri entreranno nelle scuole, coinvolgendo ragazzi e insegnanti, dimostreranno che quella di Ennio Flaiano, scrittore con il gusto di inventare motti e sentenze, non era un’esagerazione.

Saranno tre giorni “speciali”, appunto, perché nelle scuole che hanno aderito al progetto Libriamoci (promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – con il Centro per il libro e la lettura – e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con la Direzione Generale per lo studente) entreranno scrittori, attori, personaggi dello spettacolo, giornalisti e così via, per parlare di libri. Per leggere ad alta voce. Per coinvolgere. Per trasmettere, se possibile, l’amore per la lettura.

L’iniziativa si svolgerà il 29, 30 e 31 ottobre. Ovviamente non sarà una gara, nessuno darà voti, ma tutti potranno raccontare il proprio libro preferito e ascoltare chi di libri se ne intende un po’ di più. Perché l’obiettivo è semplice ma contemporaneamente ambizioso: diffondere il piacere della lettura tra i ragazzi e di sottolinearne l’utilità per la crescita sociale e personale, sia grazie all’esperienza diretta con i testi che attraverso l’ascolto e il confronto con insegnanti e compagni.

E, allora, cominciamo subito: qual è il vostro libro preferito? E perché?

0 commenti… add one

Scrivi cosa ne pensi

*