Con lo starnuto i virus viaggiano a 160 km orari

USA – Uno starnuto fa viaggiare i virus veloci come razzi: a 160 chilometri orari! Molto più che un colpo di tosse. Una ricerca fatta in America (dal Virginia Tech in Maryland) ha misurato la velocità degli starnuti e ha scoperto che non solo sono in grado di sparare i virus a gran velocità ma alcune piccolissime goccioline restano sospese nell’aria pronte a colpire il malcapitato che passerà da lì anche dopo ore o addirittura giorni.

Insomma se avete l’influenza, sappiate che un solo vostro starnuto è in grado di “contaminare” con il virus influenzale per ore un’intera stanza, ma anche la carrozza di un treno, la cabina di un aereo o l’abitacolo di un bus. Gli studiosi hanno raccolto campioni di aria nella sala di attesa di una clinica, in tre aule di asili nido e dentro tre differenti aerei. Il risultato è stato sorprendente: il virus contenuto nelle goccioline dello starnuto continua a galleggiare nell’aria mantenendo la capacità di contagio e dunque la diffusione della malattia per parecchie ore. Cattivissimo e potentissimo, insomma. Lo starnuto batte di gran lunga il colpo di tosse: il virus “sparato” può raggiungere infatti una velocità di 160 km orari e contenere 40mila goccioline di saliva. Nel colpo di tosse, invece, le particelle infette sono circa 3mila e viaggiano al massimo a 80 chilometri all’ora.

Lascia un commento

*