Pasqua in arrivo: 5 mosse per l’uovo-fai-da-te

 di Frida Zampella

uova_cioccolato1FIRENZE – Uova di cioccolato, che passione. Arriva Pasqua e i negozi si riempiono di uova colorate e infiocchettate. Ma in molti casi si tratta di cioccolata industriale, di qualità non eccellente, insomma vale la pena rinunciare per scegliere invece un uovo realizzato da un vero maestro cioccolatiere.

Ce ne sono di bravissimi in tutte le città ma se guardate bene ce n’è uno proprio dentro casa: siete voi!

Fare un uovo di cioccolato sembra una impresa difficile, ma in fondo non lo è. Leggete la ricetta e lo scoprirete, in fondo basta solo l’aiuto di un adulto… Ecco le fasi che dovete seguire dopo aver comprato in un negozio di articoli per la casa lo stampo dell’uovo di pasqua, della grandezza che desiderate: uovo2

    1. Fondere il cioccolato a bagnomaria: significa mettere il pentolino con le tavolette di cioccolato all’interno di un altro contenitore riempito di acqua; con un mestolo girate il cioccolato finchè non si scioglie. Se volete essere professionali nel negozio dove avete comprato lo stampo vendono anche i termometri da cucina. Il cioccolato per poterlo lavorare bene deve raggiungere una temperatura di circa 45°.
    2. Versare il cioccolato fuso su un piano di acciaio o di marmo e stenderlo con una spatola per farlo raffreddare (se avete il termometro controllate che arrivi a circa 29°). A questo punto rimetterlo a bagnomaria fino a 32°. Questo procedimento si chiama temperaggio e serve per avere un cioccolato più lucido e più consistente.
    3. uovo3Una volta temperato, versare il cioccolato nello stampo (deve essere perfettamente pulito) facendo attenzione che aderisca bene su tutta la superficie. Colare il cioccolato in eccesso e con un pennello asciutto coprire eventuali zone rimaste scoperte. Mettere lo stampo in frigorifero. Se il temperaggio è stato fatto bene, dopo mezz’ora l’uovo dovrebbe staccarsi dallo stampo. Se avete comprato uno stampo singolo dovrete ripetere l’operazione, se avete uno stampo doppio siete pronti per il passaggio successivo.
    4. A questo punto dovete unire le due metà e per questa operazione l’aiuto di un adulto è davvero indispensabile. La cosa più semplice da fare è scaldare una piastra di metallo (va bene anche una teglia da forno rovesciata). Per intiepidire il metallo si può utilizzare il phon per i capelli oppure si può mettere in forno. Una volta scaldata la piasta passateci sopra le due metà. Per fare questa operazione le mani devono essere quanto più fredde possibile. Si possono indossare dei guanti di cotone tenuti in frigorifero. Appena il bordo si scioglie un po’ inserire la sorpresa e far aderire le due metà.

uovo1Ora passate un dito lungo tutta la giunzione in modo da coprire qualche fessura e togliere il cioccolato in eccesso. Appoggiate delicatamente l’uovo su un supporto e aspettate qualche minuto che il cioccolato si solidifichi.

  1. Ecco ora avete il vostro personalissimo e buonissimo uovo di cioccolato, da mangiare per Pasqua e da regalare ai vostri amici.Nelle foto: l’uovo di cioccolato del cioccolatiere Andrea Bianchini (Firenze)

Un commento su “Pasqua in arrivo: 5 mosse per l’uovo-fai-da-te

Lascia un commento

*