Pixar, in mostra 25 anni di divertimento!

cars3Al Pac di Milano fino al 14 febbraio c”è la mostra Pixar. 25 anni di animazione”.

MILANO – Sapete chi è  il papà di ‘Toy Story’, di Remy, il mitico topolino ghiotto di ratatouille? E anche di ‘Cars’, di ‘Nemo’, dei ‘Monsters’? Si chiama John, John Lasseter e ama vestirsi in modo buffo, con camicie coloratissime. È un disegnatore, ma uno molto importante perché tempo fa, per la precisione 25 anni fa, ha fondato con Steve Jobs una casa di produzione di cartoni animati che si chiama Pixar e che ha creato tantissimi film che hanno avuto molto successo al cinema. A proposito, il prossimo anno arriverà sugli schermi italiani Merida, principessa scozzese dai capelli rossi: sarà lei, da settembre del 2012, la protagonista di  “Brave”che vuole dire coraggiosa, perché Merida arriverà a sfidare persone molto più forti e potenti di lei…).brave

Chi è John Lasseter – John Lasseter è il direttore della Pixar ed è venuto qui in Italia nei giorni scorsi per presentare una mostra che racconta tutta la storia della sua azienda. E sapete che cosa ha detto? “L’arte sfida la tecnologia, la tecnologia ispira l’arte”. Se avete voglia di capirne di più, fatevi portare al Pac, il Padiglione d’Arte Contemporanea, che si trova in via Palestro a Milano: qui è allestita una esposizione divertente e originale dal titolo “Pixar. 25 anni di animazione”, http://www.mostrapixarmilano.it/ (fino al 14 febbraio 2012, ci sono anche tante attività per le scuole!).

700 opere – Esposte ci sono 700 opere degli eroi digitali: sculture di Nemo, disegni di ‘Toy Story’, schizzi del topolino Remy o del vecchietto di ‘Up’. “Molti non sanno che la maggior parte degli artisti che lavorano alla Pixar utilizzano  il disegno e la tempera e non solo il computer”, ha detto Lasseter.  Dietro un cartoon c”è talento, creatività, voglia di raccontare storie e anche una buona mano (la computer grafica ci aiuta, ma non si può sostituire alla nostra fantasia!) “Sono cresciuto in una famiglia amante dell’arte – racconta John Lasseter -: mia mamma era maestra di disegno e anch’io ho amato da sempre disegnare. Quando, a 14 anni, ho capito che potevo anche essere pagato per disegnare un cartoon, mi è sembrato un sogno!” Lasseter, che con il suo lavoro ha vinto due premi Oscar e un Leone d’Oro alla carriera, spiega quello che secondo lui è il segreto per un film di animazione di successo: “C’è bisogno di una buona storia, di un personaggio interessante e di un mondo verisimile e credibile, anche se non reale”, ci dice Lasseter. E sapete una cosa? Pare che la Pixar sia sempre a caccia di talenti (soprattutto giovanissimi): “Abbiamo stage estivi aperti a tutti, anche se temo che l’ammissione sia più dura che ad Harvard….”, dice Lasseter con una risata.

Lascia un commento

*