“per ragazzi dagli 8 anni in su che non si accontentano della tv!”

Pesce d’aprile, i migliori finiti… nella rete

risate

risate

di Serena Coppetti

MILANO -Impossibile resistere alla tentazione di un bello scherzo! E così il 1 aprile contagia tutti, anche giornali e siti che si sono sbizzarriti a dare le notizie più incredibili. Ecco le migliori di questi anni anche se gli scherzi dell’anno scorso sono stati decisamente belli. Confrontate voi!

Google per il pesce d’aprile cerca una nuova figura professionale, il Pokemon Master. È una persona che entro il due aprile deve catturare più Pokemon possibili – i pupazzetti lanciati da un videogioco Nintendo a metà anni Novanta – grazie ad un’aggiornamento della
popolare applicazione ’Maps’. L’iniziativa è stata anche anticipata da un video postato su YouTube.

Anche la Casa Bianca ha fatto il suo pesce d’aprile, con un video messaggio «speciale». In una clip, che l’ambasciata americana a Roma ha pubblicato su Facebook, dietro il leggio della sala stampa – da cui, di solito, intervengono i portavoce della Casa Bianca – appare improvvisamente un bambino afroamericano. «Pare che vi aspettaste qualcun altro – dice il bambino, Robby  Novak, che in alcuni video pubblicati su YouTube è noto come ’Kid  President’ (il “presidente bambino”) – Pesce d’aprile a tutti. Sono il
presidente bambino e mi auguro che tutti abbiate una giornata meravigliosa». Lasciando la sala, mentre rumoreggia con la bocca,  imitando uno strano rumore di passi, il bambino finge poi di essere  rimasto incastrato nella porta scorrevole.

Mentre il Corriere mercantile ha annunciato la nascita di uno stadio a forma dipesce che sorgerà sul mare a Genova….

risate

I pesci degli anni scorsi…

GOOGLE MAP CON… CASSETTA – Google ha annnciato una versione speciale di google map 8bit, come un videogioco anni ’80 da far funzionare grazie – figuratevi un po’! – a una cassetta da inserire nel Nintendo Nes

E YOUTUBE IN DVD – Youtube ha offerto una collezione di video in Dvd recapitati direttamente a casa

AUTO CHE CAMBIA COLORE – La Peugeot ha comunicato di avere lanciato  l’auto che cambia colore a seconda  del nostro umore. Il suo nome? Rcz6.

ALTRI… In polonia la città di Gdansk si è svegliata con la statua di Nettuno trasformata in un giocatore di pallone. Un omaggio ai mondiali, hanno detto.

confessionale

CONFESSIONALE DRIVE IN – Il primato del “pesce” 2011 se lo aggiudica il confessionale “express” di padre BobMcguire, raccontato sull’Herald Sun australiano. L’idea sembrava un po’ bizzarra, di certo però adatta a chi, sempre di fretta, vuole unire esigenze spirituali con i mille impegni della giornata, senza neppure uscire dalla macchina: un confessionale drive-in, per perdonare i peccati “in corsa”. Per fare più in fretta anche una tabella in cui segnare quale dei sette peccati capitali si sono commessi. E poi il “semaforo” dell’anima: luce verde uguale perdono, acceleratore e via. A raccontare l’incredibile idea padre Bob McGuire. Ma attenzione alla data dell’articolo: 1 aprile. Era uno scherzo. Poche ore dopo l’Herald Sun  svela la burla. Altro che macchina, niente scorciatoie per l’anima: chi vuole confessarsi, dovrà tornare in chiesa, a piedi e sedersi davanti al sacerdote.

 

ACQUA CHE FA CRESCERE  Bere regolarmente l’acqua del rubinetto fa crescere la capacità di memoria e di apprendimento dei ragazzi in età scola. E’ il pesce d’aprile dell’acquedotto pugliese  che sul suo portale ha pubblicato i (finti!) risultati di una ricerca condotta da un certo Istituto internazionale di ricerca neuromolecolare di Roma… Nella pagina successiva poi spiega che è una burla e che l’acqua dell’acquedotto comunque… è buona!

SEGGIOLONE PER CANI – Contagiata anche l’Ikea che propone un nuovo modello di seggiolone per cani, pensato per il loro benessere e la loro esigenza di socialità, all’interno della famiglia: si chiama “Hundstol” ed ha un apposito buco per la coda e spazi per acqua e ciotola sul vassoio, per garantire ogni comfort all’amico quattrozampe.

 BUS ANFIBI – Sempre in Australia il Brisbane Times ha intavolato un serissimo dibattito sull’opportunità di inserire bus anfibi come dotazione cittadina, con foto dei mezzi pubblicate sul giornale. 

 
RONALDO ALLA SPAGNA… Secondo il britannico Independent, il Portogallo oppresso dai debiti, vende alla Spagna la star del calcio Cristiano Ronaldo per 160 milioni di euro. Il quotidiano cita anche il Ministero delle Finanze portoghese che avrebbe ottenuto la collaborazione del giocatore più pagato al mondo per salvare la sua nazione dal collasso economico. 

… E BAGGIO NEL POROGRUARO A proposito di calcio, un’emittente veneta ha lanciato la notizia dell’impiego di Roberto Baggio per le ultime otto partite del Porogruaro.  

 

TASSA SULL’ARIA FRESCA – Tornando in Gran Bretagna, il Mirror scatena il panico tra i sudditi del Regno Unito comunicando che presto saranno  tassati sull’aria che respirano per salvare l’ambiente: un dettagliato articolo a firma della reporter Flora Olip, anagramma di April Fool, pesce d’aprile. 
 

SKATEBOARD PER ANZIANI – Sul Daily Express si parla di un nuovo ausilio per aiutare gli anziani a camminare, con skateboard incorporato.
 

FERMATO 13ENNE ARMATO DI … MARSHMALLOW – The Sun pubblica la notizia esclusiva di un ragazzino di 13 anni fermato dalla polizia della Cornovaglia perché colpevole di un’aggressione armato di marshmallows, i dolci gommosi… 

GOOGLE SI GESTISCE COL POLLICE – Tastiera e mouse non servono più, sono tecnologie ormai obsolete di fronte a Gmail motion, informava ieri Google: da oggi in poi è possibile controllare la propria posta elettronica, rispondere e aprire i messaggi senza toccare alcun tasto di computer, semplicemente muovendo il proprio corpo. Tipo: per rispondere a una mail basta spostare il pollice all’indietro come fare autostop alla rovescia, per rispondere a tutti? Stesso movimento ma con i due pollici!!! La notizia è corredata anche di un video che spiega nel dettaglio e con l’autorevole parere di esperti. Di scherzo in scherzo Google propone anche il Translate per animali che promette di rimuovere le barriere di comunicazione tra l’uomo e il mondo animale.

NIENTE NOZZE IN INGHILTERRA – Bersagliati anche i novelli sposi d’Inghilterra: l’Himalayan Times annunciava la meta  della loro luna di miele: Nepal. Il Guardian invece ha trasmesso per qualche minuto lo scoop: “il matrimonio è andato a monte” 
 

RIMOSSO IL FARO ROSSO DI LA SPEZA – In Liguria Tele Liguria Sud, emittente spezzina, aveva annunciato il via ai lavori di spostamento del faro rosso di Molo Italia, a La Spezia, con l’impiego di una storica gru del 1915 che sarebbe giunta nella notte nel Golfo dei Poeti. Le operazioni avrebbero segnato l’inizio della realizzazione del tanto atteso waterfront cittadino. Tanti gli spezzini rimasti delusi in banchina.

 VOLI SOLO PER BAMBINI – Skyscanner comunica invece che il vettore Urchin Airways lancia la prima compagnia aerea solo per bambini, che viaggiano senza adulti. Con personale di bordo vestito da clown, gara di urla, e gomme da masticare servite senza restrizioni, così come episodi dell’Ape Maia e dei Teletubbies. Prossimamente verrà lanciato anche TeenJet, vettore solo per teenager, con un’apposita sezione fumatori nel retro dell’aereo e un servizio sms per contattare il proprio vicino di posto, “senza inutili comunicazioni verbali”. 

 
YOUTUBE 100 ANNI FA – Anche Youtube onora la tradizione del 1 aprile celebrando il suo finto centesimo compleanno – è nato nel 2005 – con un video che riporta alcuni dei più famosi tormentoni in stile 1911, cento anni fa.

 
VIA TROTA DIVENTA VIA BOSSI – A Verona “via Trota” diventa “via Renzo Bossi”, giocando sul soprannome dato al figlio del leader della Lega Umberto Bossi. Qualche ignoto burlone ha attaccato una targa in marmo fedele riproduzione dell’originale, nella strada in pieno centro a Verona.

 SPOSTATA LA STATUA DI GARIBALDI Il sindaco di Scarlino Maurizio Bizzarri in provincia di Grosseto ha dato su Facebook il falso annuncio del trasferimento della statua di Garibaldi dall’omonima piazza nel cuore del borgo medievale. 

 
 

Record di “gas serra” nell’aria. Sai che cosa sono?

sole2

sole2

di Simonetta Cotellessa

Attenzione, farà sempre più caldo. Bene? Macché. Se non riusciremo al più presto a fare in modo che l’aumento della temperatura non superi i due gradi centigradi, le conseguenze potrebbero essere disastrose. Catastrofiche. E alcuni segnali già ci sono, come l’innalzamento del livello del mare, l’oceano più caldo e acido, lo scioglimento dei ghiacciai e le ondate di calore più frequenti e intense: la temperatura media della superficie della Terra e degli Oceani, infatti, ha acquistato 0,85 gradi C tra il 1880 e il 2012.

È senza appello il giudizio dei massimi esperti sul clima dell’Onu (Ipcc) che nei giorni scorsi hanno presentato uno studio a Copenaghen: le concentrazioni di gas serra nell’atmosfera hanno raggiunto i livelli più alti “in 800 mila anni” e “resta poco tempo”. Ma potrebbe esserci una via d’uscita: il processo potrebbe arrestarsi se le emissioni mondiali di gas serra venissero ridotte dal 40 al 70% entro il 2050 e addirittura sparire dal 2100.

(Ma cosa significa effetto serra o buco dell’ozono? Clicca qui per scoprirlo….!!!)

Non si tratta di un sogno, basterebbe abbandonare la dipendenza dal petrolio, dal carbone e dal gas che inquinano l’atmosfera con emissioni di CO2. Insomma, è tutta questione di volontà dato che questo cambiamento climatico è quasi completamente causato dall’uomo. Secondo l’Ipcc, al 95% l’aumento dei gas serra è dovuto alla combustione di carboni fossili e alla deforestazione A questo punto non resta che affidarsi al buon senso di governanti e potenti.

Nel summit che si terrà a Parigi il prossimo anno dovrebbe essere adottato un accordo globale per salvare il clima. Ma, mentre i Paesi più ricchi chiederanno di abbracciare obiettivi ambiziosi, quelli più poveri potrebbero continuare a sostenere che chi nel passato se ne è approfittato, leggi i Paesi più industrializzati, dovrebbero essere in prima linea per aiutare i Paesi più poveri a far fronte all’impatto del riscaldamento globale. E fino ad oggi questa lotta non ha portato a nulla di buono.

Mal’aria, due città su tre sono fuorilegge

traffico01

traffico01MILANO – L’aria italiana è sempre più inquinata, con due città su tre “fuorilegge” per la quantità di polveri sottili. A lanciare l’allarme è il rapporto 2011 di ”Mal’aria” di Legambiente, che contro lo smog e il traffico ha indetto un weekend di protesta in tutto il Paese. Degli 82 capoluoghi di provincia esaminati, 55 non hanno rispettato, nel 2011, il limite consentito di superamenti della soglia di Pm10, che per legge non possono essere piu’ di 35 in un anno.
L’incremento, rispetto al 2010, è del 12%.

La zona piu’ critica rimane l’area della Pianura Padana: tutti i capoluoghi lombardi hanno oltrepassato il limite.

In Piemonte si è salvata solo Verbania, in Veneto Belluno, in Emilia Romagna Cesena, in Friuli Venezia Giulia Gorizia.

LE CITTA’ – In tredici città gli sforamenti di polveri sottili sono stati tre volte di più del consentito. La maglia nera va a Torino, la cui centralina peggiore ha superato 158 volte i limiti.

Al secondo posto c’è Milano  (131) al terzo Verona (130). Oltre quota 100 anche Alessandria, Monza, Asti, Brescia, Vicenza, Cremona, Frosinone, Mantova, Pavia e Treviso. A Roma e Bologna i superamenti sono stati 69, il doppio del lecito, e non va meglio in citta’ come Palermo, Napoli e Firenze, tutte intorno alla sessantina.

Rispetto al 2010, in alcuni capoluoghi la situazione è peggiorata notevolmente: Cremona ha registrato quasi tre mesi in piu’ di aria irrespirabile, Verona due mesi in piu’, Treviso 50 giorni in piu’ e Milano 44.

Un bambino su quattro è allergico

MILANO – Starnuti, naso che cola o chiuso, prurito, tosse secca: se avete questi sintomi in primavera non si tratta di influenza, ma più probabilmente di allergia. Una vera e propria epidemia: sono sempre di più i bambini che vengono colpiti da questa fastidiosa reazione dell’organismo a erbe, pollini, ma anche cibi particolari o polveri che nei casi più gravi va trattata con farmaci appropriati. Uno su quattro per l’esattezza ma tra una decina di anni potrebbero addirittura essere allergici in Europa un bambino su due.

A fare il punto sulla diffusione delle allergie è l’allergologa Antonella Muraro, responsabile del Centro Allergie Alimentari della Regione Veneto presso l’Azienda Ospedaliera di Padova. ”Negli ultimi dieci anni abbiamo assistito ad un aumento costante dei pazienti allergici – ha detto la dottoressa – e, se la tendenza si manterrà analoga, nel 2015 si potrebbe arrivare ad un 40-45%’. Attualmente 1 bambino su 4 è allergico ma si stima che nel 2020 1 su 2 nell’Unione Europea sara’ affetto da malattia allergica cronica”. In particolare risultano in aumento le allergie alimentari soprattutto nei bambini e nelle forme più gravi.  Per spiegare l’aumento delle allergie vengono chiamati chiamati in causa l’inquinamento dell’aria e lo stile di vita dei Paesi piu’ sviluppati che sembra non fornire piu’ al sistema immunitario indicazioni per il corretto riconoscimento di sostanze di solito normalmente tollerate.

Aria avvelenata, che cos’è lo smog e perché è pericoloso

traffico01

traffico01 MILANO – L’aria di Milano non è mai stata così inquinata come quest’anno. Lo primeprom.com smog è andato alle stelle con le malefiche micropolveri schiacciate al suolo ad altezza del nostro naso!  All’inizio dell’anno per 67 giorni solo nei primi quattro mesi, sono stati registrati valori altissimi, mai così alti negli ultimi quattro anni!  Praticamente l’aria è stata irrespirabile un giorno sì e uno no.  E’ una vera emergenza. Ma tira una brutta aria in parecchie città in Italia!   Circa sei milioni di persone respirano (si fa per dire!) smog. 

 COSA SIGNIFICA LA PAROLA SMOG 

E’ stata inventata dagli inglesi e mette insieme le due parole (fumo) e fog (nebbia).

 COSA DICE LA LEGGE 
primeprom.com medium;”>Nelle vie delle città sono state installate alcune centraline che registrano  nei vari momenti della giornata la quantità di sostanze inquinanti nell’aria. Quando la concentrazione diventa troppo elevata, scatta l’emergenza. Per il Pm 10 il limite fissato dalla legge è di 50 microgrammi al centimetro cubo. L’Unione europea concede solo 35 «sforamenti» l’anno al limite di legge per le micropolveri. 

Se viene superato oltre 35 giorni all’anno è allarme rosso! E bisogna intervenire. Pensate che a Milano, nel 2011, i 35 giorni sono stati tutti consumati nel solo mese di gennaio.  E che ognuno di quei giorni i valori erano tre volte superiori al limite. 

  AIUTO!  MI MANCA L’ARIA  

pediatri milanesi a gennaio  dell’anno scorso hanno preso carta e penna e hanno scritto una lunga lettera a chi governa la città, ma anche tutte le città della provincia e della regione per dire che in ospedale arrivano sempre più bambini conbronchiti, crisi d’asma e problemi alle vie respiratorie. La loro proposta è di non fare pagare il biglietto su bus, tram e metrò finchè l’aria non torna un po’ più respirabile.  Il Centro Diagnostico Italiano stima che ogni anno 3.500 milanesi si rivolgano ai pronto soccorso per «attacchi di asma legati all’inquinamento» (il 50% hanno meno di 18 anni).

 DI CHI E’ LA COLPA?

Il presidente dell’Arpa, Enzo Lucchini punta il dito contro  le condizioni climatiche «sfavorevoli», anche per quest’anno, «sono la causa principale degli sforamenti. La mancanza di ricambio delle masse d’aria è uno dei fattori di maggiore impatto». Poca pioggia, poco vento e l’aria non viene ripulita. «Ma l’andamento dello smog va analizzato sul lungo periodo – conclude Lucchini -. Dal 2004 assistiamo a un miglioramento continuo della qualità dell’aria». 

 PERCHE’ LA PIANURA PADANA E’ PIU’ INQUINATA? 
Qui ci sono ben 30 dei 48 capoluoghi fuorilegge. La conformazione stessa del territorio un po’ a “conca” e l’assenza di ventilazione sia d’inverno che d’estate provocano in genere un ristagno dell’aria. La conseguenza è che l’inquinamento non viene mai spazzato via dai venti come invece succede in altre città. 

  PERCHE’  E’ UN VELENO?

Le sostanze inquinanti entrano attraverso naso e bocca nel nostro corpo. Con conseguenze dannose per i polmoni, il sistema respiratorio, ma anche per tutte le nostre cellule. Uno degli inquinanti ad esempio, il cosiddetto “Co” (cioè il monossido di carbonio) quando entra nel nostro corpo si comporta da vero prepotente! Si insinua nel sangue e si lega con l’emoglobina portando via lo spazio che dovrebbe essere invece occupato dall’ossigeno. Così il sangue gira per tutto il nostro corpo trasportando quell’antipatico di carbonio e meno ossigeno di quello che in effetti si aspettano le cellule del corpo. Non solo.

I bambini sono più colpiti dall’inquinamento. “Per due motivi”, spiega  Laura Todesco pediatra di famiglia che insieme ad altri due colleghi  dell’Associazione culturale pediatri Giacomo Toffol e Laura Reali ha scritto un libro dal titolo “Inquinamento e salute dei bambini: cosa c’è da vedere, cosa c’è da fare (Il pensiero scientifico editore). “Il primo è che il bambino, rispetto all’adulto, inala un maggiore volume di aria in rapporto al peso del suo corpo. Il secondo è che i polmoni dei bambini non sono ancora completamente sviluppati e questo li rende particolarmente fragile. Basti pensare che i due terzi degli alveoli polmonari si sviluppano nei primi 18 mesi di vita ma che la ramificazione e lo sviluppo delle vie aeree continuano però fino a 18-20 anni”.


Undecided QUALI SONO I PRINCIPALI INQUINANTI
 
Il pm 10: si tratta di polveri sottili con un diametro che non supera i 10 millesimi di millimetro. Le polveri sottili a seconda della dimensione (ce ne sono infatti anche di diametri molto più piccoli, anche 2,5 millesimi di millimetro) possono raggiungere le diverse parti dell’apparato respiratorio fino ad arrivare agli alveoli polmonari. In questo momento sono gli inquinanti più presenti nell’aria e quelli maggiormente colpevoli dei danni alla nostra salute.

Il Co: monossido di carbonio.  Si lega all’emoglobina che così rilascia meno ossigeno ai tessuti (vedi sopra). 
L’ozono: si crea quando i gas inquinanti emessi dalle automobili, dalle industrie, dalle raffinerie, ecc., reagiscono in presenza della luce solare. Le più alte concentrazioni si rilevano infatti nei mesi più caldi e nelle ore in cui il sole è più alto (fra le ore 12 e 17). Nelle aree urbane o industriali (dove è forte la presenza di inquinanti) l´ozono si forma con grande rapidità, ma può essere trasportato da brezze anche in campagna e in aree verdi.  
Gli ossidi di azoto: si comportano un po’ come il carbonio. Quando entrano in contatto con il sangue prendono il posto dell’ossigeno.
Il principale colpevole dell’inquinamento nelle città, secondo il dossier di Legambiente, è il traffico. Ma anche i riscaldamenti delle case e in alcune zone le emissioni industriali.