sonno5

Ti sei distratto e hai fatto errori? Non avevi dormito abbastanza e i neuroni hanno staccato la spina!

sonno5

MILANO – Chi ha mai sentito il detto “Chi dorme non piglia pesci”? Ebbene sembra che in realtà sia meglio dormire e far riposare il cervello per poter studiare, lavorare e raggiungere i propri obiettivi. Dormire troppo poco infatti manda in tilt il cervello e soprattutto i neuroni off-line. La scoperta è stata fatta da un ricercatore italiano, Giulio Tononi, insieme ad un team dell’Università del Wisconsin-Madison. La sua ricerca spiega, infatti, scientificamente come sia più facile dimenticare le cose e commettere errori quando le ore di sonno sono ridotte. Meglio dormire a sufficienza e far riposare l’organismo se si vogliono evitare disagi e problemi durante la giornata.

Tutta colpa di qualche neurone che non ce la fa più e per la troppa stanchezza stacca, si addormenta lui da solo mentre il cervello resta sveglio. Ecco perchè si perde i colpi magari durante un compito, l’attenzione cala e si rischia più facilmente di sbagliare.

COME FUNZIONA IL SONNO

Tutti sappiamo dormire senza che nessuno ce l’abbia insegnato. Il perché è molto semplice. Il sonno fa parte di un processo fisiologico regolato da un orologio biologico che determina le ore di riposo e quelle di veglia. Gli studiosi hanno evidenziato che il sonno non è uguale per tutta la sua durata ma è caratterizzato dalla presenza di 2 fasi principali: la fase Rem e la fase Non-Rem. Il termine REM deriva dall’inglese rapid eye movements (movimenti oculari rapidi) e dipende dal fatto che durante tale fase gli occhi si muovono con movimenti ritmici rapidi. In questa fase, che si verifica normalmente 4 o 5 volte per notte, si fanno sogni molto intensi.

QUANTO BISOGNA DORMIRE

Per quanto riguarda gli adulti non è possibile stabilire una durata del sonno ottimale, non esiste un tempo standard, perché questo è un fatto individuale e diverso da una persona all’altra. E se è vero che il fabbisogno di sonno diminuisce con l’età, i pediatri hanno dato delle linee guida per capire quanto dovrebbe dormire un ragazzino. Se siete dei veri dormiglioni niente paura: tra i 9 e i 12 anni la quantità ottimale di sonno è di 10 ore. Dai 13 può diminuire a 8 ore e 20 minuti.

3 commenti su “Ti sei distratto e hai fatto errori? Non avevi dormito abbastanza e i neuroni hanno staccato la spina!

Lascia un commento

*